Tributi comunali

Addizionale comunale all'IRPEF

Il Comune di Dogliani ha istituito a partire dal 1° gennaio 2007 l'addizionale comunale all'IRPEF.

A partire dal 01.01.2013 le aliquote dell'addizionale comunale all'IRPEF sono suddivise nei seguenti scaglioni:

  • redditi pari od inferiore ad €uro 10.000,00                      esente da regolamento
  • se il reddito supera € 10.000,00
    e fino a 15.000,00                                             0,4 % da calcolarsi su tutto il reddito
  • oltre € 15.000,00 fino a € 28.000,00                 0,41 %
  • oltre € 28.000,00 fino a € 55.000,00                 0,5 %
  • oltre € 55.000,00 fino a € 75.000,00                 0,6 %
  • oltre € 75.000,00                                               0,7 %

Il versamento della addizionale comunale all'IRPEF è effettuato direttamente al Comune, attraverso apposito codice tributo utilizzando il modello F24.

Diritti sulle pubbliche affissioni

L'affissione di manifesti di qualsiasi natura realizzata negli appositi spazi deve essere autorizzata dal Comune ed e soggetta al pagamento dei relativi diritti.

Per informazioni e prenotazioni spazi affissionali telefonare al COMUNE DI DOGLIANI al n. 017370107 interni 4 - 5.

Costi

Tariffe base

  1. Manifesti cm 70 x 100:
    1. Per i primi 10 giorni: € 1,86 a manifesto.
    2. Per ogni periodo successivo di 5 giorni: € 0,56 a manifesto. 
  2. Manifesti cm 100 x 140:
    1. Per i primi 10 giorni: € 3,72 a manifesto.
    2. Per ogni periodo successivo di 5 giorni: € 1,12 a manifesto.

Il costo a manifesto varia in base al numero dei manifesti che si vuole affiggere.

Nel caso in cui venga richiesta l'affissione immediata, è dovuta una maggiorazione di € 26.

Affissione manifesti mortuari:

Quando gli uffici comunali sono chiusi al pubblico, per le affissioni urgenti bisognerà  rivolgersi direttamente al n. di cellulare 335 349444

I.U.C. - IMPOSTA UNICA COMUNALE

Nuovo quadro normativo a partire dall'anno 2014 comprendente:

  • IMU (imposta municipale propria)
  • TASI (tassa sui servizi indivisibili)
  • TARI (tassa sui rifiuti)

Le tariffe si trovano nelle singole sezioni dei tributi.

Documenti

Imposta sulla pubblicità

Si applica ai messaggi pubblicitari la cui diffusione é effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Ai fini dell'imposizione si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell'esercizio di una attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato.

Soggetto passivo dell'imposta é dunque colui che dispone, a qualsiasi titolo, del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. E' solidalmente obbligato al pagamento dell'imposta colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.

Ai sensi dell'articolo 10 della Legge 448 del 28/12/2001 e a seguito della delibera del Consiglio Comunale n° 4 del 24/02/2005, sono esenti dall'imposta sulla pubblicità le insegne, le targhe, le frecce e le paline direzionali che complessivamente non superano i 5 metri quadrati di superficie e che contraddistinguono la sede di un'impresa o i locali in cui viene svolta attività di esercenti commeciali e di produzioni di beni e servizi. Tuttavia, per tutti i mezzi pubblicitari la cui superficie, calcolata complessivamente, é superiore ai 5 metri quadrati, l'imposta é dovuta per l'intera superficie.

E' inoltre esente dall'imposta la pubblicità effettuata sui veicoli utilizzati per il trasporto, relativa alla sola superficie in cui é compresa l'indicazione della ditta e dell'indirizzo dell'impresa che effettua l'attività di trasporto, anche per conto terzi.

Tariffe base

La tariffa base é di € 11,36 per ogni metro quadrato di superficie e per ogni anno solare.

Per le fattispecie pubblicitarie che abbiano durata non superiore a 3 mesi, si applica per ogni mese o frazione una tariffa pari ad 1/10 di quella annuale.

Per la pubblicità di cui sopra che abbia superficie compresa tra metri quadrati 5,5 e 8,5, la tariffa dell'imposta é maggiorata del 50%; per quella di superficie superiore a metri quadrati 8,5 la maggiorazione é del 100%. Qualora la pubblicità venga effettuata in forma luminosa od illuminata, la relativa tariffa di imposta é maggiorata del 100%.

Per la pubblicità effettuata mediante distribuzione di manifestini o altro materiale pubblicitario, oppure mediante persone circolanti con cartelli, l'imposta é dovuta per ciascuna persona e per ogni giorno ed é pari ad € 2,58.

Per la pubblicità effettuata a mezzo amplificatori e simili, l'imposta é dovuta per ciascun punto di pubblicità e per ogni giorno in base ad una tariffa di € 7,44.

La pubblicità effettuata da comitati, associazioni, fondazioni e circoli che non abbia scopo di lucro e che non contenga sponsor commerciali é ridotta del 50%.

IMU - Imposta Municipale Unica

Presupposto dell'Imposta

Possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli come da Art. 2 D.Lgs 504/92, compresa l'abitazione principale e le relative pertinenze.

Abitazione principale

Immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

Nel Comune di Dogliani l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata, viene considerata come abitazione principale.

Pertinenze dell'abitazione principale

Si intendono pertinenze esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte a catasto unitamente all'uso abitativo (massimo una pertinenza per tipo: vengono anche conteggiate quelle comprese negli A/7).

Calcolo base imponibile

Rendita risultante in catasto rivalutata del 5% da moltiplicare per i seguenti coefficienti (moltiplicatore corrispondente all'opportuna categoria catastale):

  • 160: tutti gli A (esclusi gli A/10), C/2, C/6 C/7
  • 140: tutti i B, C/3, C/4, C/5
  • 80: D/5
  • 80: A/10
  • 65: tutti i D (esclusi i D/5)
  • 55: C/1

La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni. L'inagibilità o inabitabilità è accertata dall'Ufficio Tecnico Comunale con perizia a carico del proprietario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha facoltà di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del Testo Unico di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445. 
Il modello di dichiarazione è scaricabile al seguente LINK

La base imponibile è ridotta del 50% per i comodati gratuiti delle abitazioni date in uso quali prima casa ai parenti in linea retta di primo grado. Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Tributi del Comune

Terreni agricoli

Sono esenti dall’Imu i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, e successive modificazioni, iscritti nella previdenza agricola, purché dai medesimi condotti, salvo diversa disposizione di legge.

Dall'anno 2016 pagano solo i terreni agricoli situati nei fogli 3 e 5 i cui proprietari non sono coltivatori diretti o imprenditori agricoli. Il versamento deve essere effettuato entro il 16 giugno e 16 dicembre di ogni anno utilizzando il modello F24.

Aree fabbricabili

Il valore è costituito da quello venale in comune commercio al 1 gennaio dell'anno di imposizione.

Nel Comune di Dogliani i valori di riferimento sono quelli stabiliti da apposito provvedimento.

Aliquote attualmente in vigore

CATEGORIA CATASTALE

TIPOLOGIA

ALIQUOTA

A1 - A8 - A9 e relative pertinenze abitazione principale 4 per mille

A1-A2-A3-A4-A5-A6-A7-C2-C6-C7

non abitazione principale

10,6 per mille

A10-C1-C3

Uffici-negozi-laboratori

8 per mille

D1-D2-D3-D4-D6-D7-D8-D9

Fabbricati produttivi

8 per mille

D5

Banche ed assicurazioni

10,6 per mille

Aree fabbricabili

            

              10,6 per mille

Altre aliquote per il Comune di Dogliani

  • Terreni agricoli che pagano: 8 per mille

Esenzioni

Sono esenti:

  • tutte le abitazioni principali e le relative pertinenze (escluse le categorie A1 - A8 - A9)
  • i fabbricati strumentali agricoli con il requisito della ruralità iscritto al catasto

Detrazioni

  • Detrazione per abitazione principale ( A1-A8 e A9) e relative pertinenze: € 200,00 (da rapportare al periodo dell'anno ed al numero di soggetti proprietari residenti).

Si ricorda che nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.

Dichiarazione

I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.
Il modello è reperibile al seguente LINK

Pagamento

Il versamento dovrà essere effettuato tramite modello F24, utilizzando i seguenti codici:

  • 3912 (Comune) - Abitazione principale (A1-A8 e A9)
  • 3914 (Comune) - Terreni agricoli che pagano
  • 3916 (Comune) - Aree fabbricabili
  • 3918 (Comune) - Altri fabbricati non produttivi
  • 3925 (Stato) - Fabbricati classificati in categoria D
  • 3930 (Incremento Comune) - Fabbricati classificati in categoria D

Termini di pagamento

  1. Acconto: entro il 16/06;
  2. Saldo: entro il 16/12.

Documenti

  • Modello di dichiarazione IMU

    I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione IMU entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute le variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

    Il Modello potrà essere consegnato direttamente presso gli uffici comunali o tramite idoneo mezzo certificato (Raccomandata A/R - posta elettronica certificata)

  • Modello di dichiarazione di inagibilità - inabitabilità ai fini IMU

    L'inagibilità o l'inabilità è accertata dall'Ufficio Tecnico Comunale con perizia a carico del proprietario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha facoltà di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del Testo Unico di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445.

    Il Modello potrà essere consegnato direttamente presso gli uffici comunali o tramite idoneo mezzo certificato (Raccomandata A/R - posta elettronica certificata).

TARI - Tassa Rifiuti

Il quadro normativo si trova nel regolamento della I.U.C.

Scadenze di pagamento:

  • 1^ rata entro il 16 luglio
  • 2^ rata entro il 16 novembre

Documenti

TASI - Tassa sui servizi indivisibili

La nuova tassa stabilita per legge, va a coprire in parte i costi dei servizi indivisibili comunali (servizi scolastici, illuminazione pubblica, viabilità, sgombero neve, ecc…), con lo scopo principale di trovare fonti alternative ai tagli indiscriminati dei trasferimenti.
La base imponibile è la medesima utilizzata per l’Imu senza applicazione di alcuna detrazione.

Aliquote:

  • 2 per mille
    L’imposta è dovuta per le abitazioni principali censite nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, e relative pertinenze.
  • 1 per mille
    Fabbricati rurali ad uso strumentale
    di cui all'articolo 13, comma 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.214.
  • zero
    Altri fabbricati
    (con esclusione dei i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 13, comma 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214).
  • zero
    Aree fabbricabili così come definite e dichiarate ai fini IMU

Esenzioni:

  • l’abitazione principale e relative pertinenze, escluse A/1-A/8-A/9;
  • i terreni agricoli e le aree scoperte non fabbricabili;
  • gli immobili posseduti dallo Stato, nonché gli immobili posseduti, nel proprio territorio, dalle regioni, dalle province, dai comuni, dalle comunità montane, dai consorzi, ove non soppressi, dagli enti del servizio sanitario nazionale, destinati esclusivamente ai compiti istituzionali;
  • in ogni caso le altre esenzioni, esclusioni e riduzioni previste per l’IMU dalla legge o dal presente regolamento si intendono automaticamente applicate alla TASI, fatta eccezione per i fabbricati strumentali agricoli.

Scadenze di pagamento:

  • 1^ rata entro il 16 giugno;
  • 2^ rata entro il 16 dicembre.

Tassa di soggiorno

A partire dal 1° aprile 2012 i comuni del territorio di Langhe e Roero applicano, progressivamente, l’imposta di soggiorno.
I fondi raccolti saranno utilizzati per migliorare la qualità dell’offerta e dei servizi turistici e per la manutenzione ed il recupero dei beni culturali ed ambientali.

Il gestore della struttura ricettiva deve calcolare l’imposta con riferimento:

  •    al numero delle persone che pernottano nell’unità abitativa;
  •    al numero delle notti di soggiorno (il periodo di soggiorno deve risultare chiaramente dal documento fiscale);
  •    alle fasce di prezzo di vendita dell’unità abitativa (come risulta dal documento fiscale relativo al pernottamento)

Sono state ipotizzate 3 categorie:

  •     Camere fino ad un valore di 30 euro --- 0,50 euro per persona per notte
  •     Camere da 30 a 300 euro --- 1,50 euro per persona per notte
  •     Camere oltre ad un valore di 300 euro --- 2,50 euro per persona per notte.

Per informazioni: tel. 017370107 (int. 4)

Documenti

TOSAP - Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche

Sono soggette alla TOSAP le occupazioni realizzate sui beni appartenenti al Demanio o al Patrimonio Comunale (strade, piazze, ecc.).

Prima di effettuare qualsiasi occupazione, occorre presentare apposita domanda all'Ufficio della Polizia Municipale.

Tariffe base

  1. Occupazioni permanenti: € 17,56/mq all'anno.
  2. Occupazioni temporanee: € 1,03/mq al giorno.