Biblioteca "Luigi Einaudi"

Cultura

Una trasparente vetrina culturale: un utile strumento di educazione e acculturazione civica che ha saputo diventare anche un vivace crocevia di incontri, in occasione di conferenze, presentazioni di libri e dibattiti.

Nata nel 1963 come donazione di Giulio Einaudi per ricordare il padre Luigi, insigne statista, economista e primo presidente della Repubblica italiana, scomparso due anni prima, la Biblioteca civica Luigi Einaudi fu creata allo scopo di reinventare, per l'Italia, l'organismo della Biblioteca popolare moderna, aperta al pubblico nella sua configurazione come nell'organizzazione, quale strumento non retorico ma immediato di democrazia.

Il progetto, firmato dell'architetto Bruno Zevi, ha perseguito criteri di funzionalità e semplicità: si tratta di una struttura "aperta", un unico spazio articolato in settori suddivisi da scaffalature mobili centrali le quali, scorrendo agevolmente su guide poste sul soffitto, permettono di ottenere un auditorium con circa 80 posti a sedere.
«Secondo i criteri che informano anche le più moderne librerie, tutto si riduce ad una passeggiata confidenziale tra i libri, che perdono il loro aspetto scostante e arcigno, invitando il lettore più diffidente all'indugio e poi alla sosta» (Lorenzo Mondo).

All'esterno dell'edificio sono collocati una scultura di Nino Franchina ed un busto di Luigi Einaudi di Marino Mazzacurati.

I libri sono visibili anche dall'esterno della Biblioteca, attraverso pareti di vetro che corrono tutt'intorno all'edificio. Il libro è chiaramente il vero protagonista: "aggredisce" e conforma le stesse pareti perimetrali. «I volumi... non soltanto risultano quasi tutti visibili all'interno come una libreria offerta immediatamente alle curiosità più diverse, essi sono visibili anche al di fuori attraverso le pareti di vetro che corrono tutt'intorno all'edificio, costituendo così una trasparente vetrina culturale... Praticabilità e cordialità, tono democratico e invitante quale si conviene a un luogo che vuol essere anche un crocevia di incontri...» (Alfredo Todisco).
Il patrimonio librario iniziale di circa 5.000 volumi, scelti dai più autorevoli esperti di ogni settore, è stato via via incrementato ed oggi la dotazione è di circa 12.000 testi.

Informatizzata dall'agosto del 1995, la Biblioteca offre ai suoi utenti non solo la possibilità di accedere gratuitamente al prestito con metodi semplici e veloci ed un orario di apertura stabilito in base alle loro esigenze, ma anche vari servizi quali un terminale collegato ad Internet che permette la consultazione delle banche dati e degli OPAC (Online Public Access Catalog) presenti in Rete.Dal 2011 è disponibile un servizio di wi-fi gratuito.
La Biblioteca Einaudi è un interessante esempio di come una struttura pubblica possa diventare uno strumento di educazione permanente e di acculturazione civica.

Come era nei voti degli intellettuali che l'hanno promossa, essa è infatti un centro culturale estremamente vivace che, da semplice punto di distribuzione libraria, è saputo diventare un polo di aggregazione attraverso iniziative che ospitano nel corso dell'anno personaggi e appuntamenti di grande prestigio.

Tra gli scaffali mobili della sala, in occasione di conferenze, presentazioni di libri e dibattiti, si sono anche seduti esponenti di rilievo della cultura nazionale. In questo modo si intendono perseguire oggi le finalità originarie per cui sorse la Biblioteca: «...accostare il libro all'uomo, diffondere il gusto della lettura..., togliere alla cultura ogni aspetto chiuso o accademico, offrire a tutti i mezzi indispensabili ad un'istruzione moderna e farne uno strumento di educazione civile...» (Mario Casalegno).

Biblioteca civica Luigi Einaudi
Piazza Einaudi, 9
12063 Dogliani - Cn

Telefono: +39 0173 70210
Fax: +39 0173 70210
Email: biblio@comune.dogliani.cn.it - biblioteca.dogliani@gmail.com

Orario di apertura:

Lunedì: chiuso
Martedì: 9:30 - 12:00 15:00 - 18:30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 9:30 - 12:00 15:00 - 18:30
Venerdì: 15:00 - 18:30
Sabato: 15:00 - 18:30
Domenica: 09:30 - 12:00